Raduno dei giovani 2016 – ZIRUDELA

Zirudela sti asculter
sti pur a sider cav vegna mel!
Du o tri parol acse par dir
e par dria du tri bichir
Ma che bela agregazion
tot insem senza tension
le propi bel questa Union!
Un nov cunseli, un president
cal breva semper dria la zent!
rinuvè in ti so straz
mo istan ianfat dal figuraz!
Dop un an ad zo culor
sparen ca turnen agli antigh splendour!
Ma l’impurtent è cas degna da fer
perché chè aven da restaurer
che sàn den avant ad ste pas
asvanza sol da fer dal tiré ad arnaz
a San Biegi na scampanzeda
e a la Piv gnench na suneda
i venzen sol al campen intal capanon
ma par muvri a ghe da der da magner a Macaron!
E dla ghéra a vlen bacaier?
la squedra ad S.Biegi i l’an brisa fata suner
perché un qel d’un l0ha suné in categoria superiour
po’ i fraris i aveven on di méster miour.
Va ben va la, lasen mo ster
che noster Sgnour aven da ringrazier
da la nona cal spesour sparé
propri in faza a Canen al ghe rivé
e al president in S.Petroni al se fat mel
a l’è sbrisghe zo par al schel.
Mo in st’an l’è ste fat anche quel ed bon
in catedrel l’è ste fat al scapadon!
A pert la premma che as sen arbalté
da la seconda pulidi aven suné.
Ades po basta, a voi magner
e ai salut a voi paser.
Al prem l’è Oreste dal Pinzel
che dop tant an l’è gnanc andé da mel
in riterd al pol river
mo l’è semper un quel nurmel.
Al prit e la parochia saluter
che stal radùn que al sa fat fer.
Un salut e na riverenza
a tot quant e la presidenza
da cinen a mzanel
ti cu dai la zirudela!

Bisogna essere costruttivi non distruttivi

Si sta lavorando per dare una svolta alla linea leggermente in declino della campaneria emiliano romagnola. Lo si sta facendo cercando di sviluppare idee partorite da campanari di ogni associazione. Si potrebbe proporre un piccolo passo da fare intanto: potremmo rivalorizzare Arcambo (piattaforma whatsapp che se usata a modo è un ottimo strumento) definendo più numerose e ferree regole valide per tutti.

Biciclata dei Ferraresi

Ritorna anche quest’anno l’ormai tradizionale appuntamento primaverile con la biciclata organizzata dall’associazione Campanari Ferraresi lungo le vie dei più suggestivi campanili delle nostre terre.

Sabato 23 maggio si svolgerà infatti la sesta edizione dell’evento, con un percorso del tutto inedito, e sarà come sempre un’occasione gustosa per tutti gli appassionati dell’arte campanaria e delle gite all’aria aperta sui pedali.
Partenza alle ore 8.30 dal campanile della Basilica di S. Giorgio fuori le Mura, dopo alcuni “doppi” di saluto ed una breve visita in cella. La carovana punterà quest’anno decisamente verso la provincia di Bologna, in direzione sud, essendo la destinazione finale Castel S. Pietro Terme.
Le tappe intermedie toccheranno torri che rappresentano veri capisaldi della storia della campaneria bolognese: S. Pietro Capofiume (dove è prevista la prima sosta), S.Martino in Argine, Selva Malvezzi, Medicina, Poggio Piccolo. A metà percorso, attorno alle ore 13.00, pranzo al sacco, e occasione per assaporare prodotti tipici della cucina tradizionale ferrarese ed emiliana.
L’arrivo a Castel S.Pietro è previsto per le 17.00. Per il ritorno a Ferrara i partecipanti potranno contare sulla linea ferroviaria (due i treni a disposizione, entrambi con cambio a Bologna: il primo alle 18.30, con arrivo a Ferrara alle 19.50; il secondo alle 19.05, con arrivo alle 20.16) e su di un pulmino d’appoggio per il trasporto delle biciclette.
La partecipazione all’escursione è completamente gratuita, salvo il costo del biglietto ferroviario. Tutti gli interessati potranno prenotarsi entro mercoledì 20 maggio inviando una mail all’indirizzo campanari_ferraresi@yahoo.it, telefonando al numero 348 3032930 o tramite la pagina Facebook dei Campanari ferraresi.

Di poco fa …

….un’altra notizia di un nostro collega campanaro al quale diamo l’ultimo saluto: Magnavacca Clemente campanaro di Casteldebole. Insieme a lui quest’anno gia Erio, Gabusi Giancarlo e Negrini Roberto si sono portati con loro un po della nostra storia campanaria. Grazie a loro per la vita intera passata a tirare le corde insieme a noi.